Seleziona una pagina
Calendario ebraico, Calendario nazionale 2017-2018 con FESTIVITA' RELIGIOSE (tutte)

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 130 del 6 giugno 2016, il comunicato con il calendario delle  festività  ebraiche  per l’anno 2017. L’art. 5, comma 2, della legge 8 marzo 1989, n. 101, recante «Norme per la regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione delle Comunità ebraiche italiane», emanata sulla base dell’intesa stipulata il 27 febbraio 1987, dispone che entro il 30 giugno di ogni anno il calendario delle festività cadenti nell’anno solare successivo è comunicato dall’Unione al Ministero dell’interno, il quale ne dispone la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Su comunicazione dell’Unione delle Comunita’ ebraiche italiane, si indicano le festivita’ ebraiche relative all’anno 2018:
tutti i sabati;
venerdi’ 30 marzo – Vigilia di Pesach (Pasqua);
sabato 31 marzo e domenica 1° aprile – Pesach (Pasqua);
venerdi’ 6 e sabato 7 aprile – Pesach (Pasqua);
domenica 20 e lunedi’ 21 maggio – Shavuoth (Pentecoste);
domenica 22 luglio – Digiugno del 9 di Av;
lunedi’ 10 e martedi’ 11 settembre – Rosh Hashana’ (Capodanno);
martedi’ 18 settembre – Vigilia Kippur (Digiuno di espiazione);
mercoledi’ 19 settembre – Kippur (Digiuno di espiazione);
lunedi’ 24 e martedi’ 25 ottobre – Sukkot (Festa delle Capanne);
lunedi’ 1° ottobre – Shemini Atzeret (settimo giorno festa delle Capanne);
martedi’ 2 ottobre – Simchat Tora’ (Festa della Torah).
Il calendario delle festivita’ ebraiche e’ pubblicato anche sul sito www.interno.it Religioni e Stato.

 

CALENDARIO NAZIONALE 2017-2018 e FESTE RELIGIOSE.

ORARIO SETTIMANALE

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO “L. DA VINCI”

Ingresso 7,55 – inizio delle lezioni 7,55

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Sabato

07.55/08.55

08.55/09.55

09.55/10.55

10.25/10.35

Intervallo/ricreazione

10.55/11.55

11.55/12.55

12.55/13.25

Criteri per la formulazione dell’orario

  • Accordo con altri Istituti per la codocenza
  • I gruppi-classe, durante l’attività sportiva, non devono essere più di tre
  • Equa distribuzione giornaliera delle ore delle materie e del loro peso giornaliero
  • Valenza didattica ai fini dell’articolazione dell’unità di insegnamento
  • Utilizzo dei laboratori

CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELL’ORARIO dei docenti

  • Rispettare la didattica nei suoi tempi e nelle sue modalità
  • Tenere conto dei docenti che completano l’orario in altre istituzioni
  • Rispettare, come da norma, le co-docenze
  • Tenere conto dell’uso dei laboratori
  • Tenere conto, se possibile, dei desiderata dei docenti per il giorno libero
  • L’orario settimanale del docente con più di 19 ore è distribuito su sei giorni
  • L’orario può prevedere per esigenze didattiche e organizzative flessibilità