Seleziona una pagina

IL POSSIBILE E NECESSARIO FUTURO
DELLA "SCUOLA TECNICA"

Nei Paesi a maggiore sviluppo economico, si sta vivendo un'epoca di grandi mutazioni, una vera e propria rivoluzione economica, sociale e culturale.

Nonostante tutto questo occorre riconoscere che, se la società industriale ha segnato molti punti positivi nella vita degli uomini, ne ha provocato inevitabilmente altri negativi.

Si percepì il passaggio della società rurale a quella industriale ma si stentò ad individuare i tratti della nuova realtà, così come oggi si avverte il declino della società industriale con i suoi modelli e l'avvento di una struttura sociale diversa senza riuscire a precisarne le connotazioni future.

Di qui l'uso dei termini: "post-industriale"; "post-moderno"; "post-capitalista"; termini che vengono indicati con l'espressione "società dell'informatica".

In questa nuova realtà cade il mito dell'economia di scala che per motivi di economia i costi hanno dominato in misura contrastata la società industriale.

Vi fu quindi un cambiamento del modello sociale in cui emerse il valore e la scienza, tecnologia delle idee e dell'istruzione; in questo ambito scienza e cultura lavora nel rapporto sinergico.

In questa situazione bisogna evitare che la tecnologia danneggi la cultura: la capacità inventiva dell'uomo va stimolata in quanto è una capacità che nessuno può produrre artificialmente.

Ciò porta alla diffusione di una cultura di tipo "galileano" basato sulla scienza e sull'umanistica.

La scuola si pone proprio in tale direzione ,tentando di garantire un processo di apprendimento, incentrato in attività tipicamente umana tra cui l'educazione e la costruzione di noi stessi.

Ciò è indispensabile per poter partecipare alla complessità del nostro tempo da uomini liberi e consapevoli e per questo che la scuola ci pone davanti ad una delle nostre possibilità più preziose: lo studio. Questo perchè essendo ormai il terzo millennio, ci si trova davanti a nuove e sempre in evoluzione, esigenze per quanto riguarda l'istruzione e formazione.

La scuola tecnica in particolare si pone di dare agli individui gli strumenti basilari della cultura in modo da eliminare schiavitù e ignoranza, e rendere l'uomo in grado di cambiare occupazione in base alle sue esigenze( preparazione poliedrica).